Viaggi

In aereoporto: lounge, massaggi e cibo di qualità durante l’attesa. Accompagnatori personalizzati durante la visita in città

I servizi dell’aeroporto romano cambiano in meglio. Basta solo pagare.

di |

La febbre del viaggio è ormai diventata inarrestabile. Lo confermano le cifre di passeggeri che ogni giorno transitano negli aeroporti di tutto il mondo, in aumento esponenziale e senza soluzione di continuità. Per questo le strutture di accoglienza, oltre a dare la migliore assistenza nei check-in, devono dare al passeggero un posto nel quale rilassarsi con piacere durante le lunghe o le brevi soste prima dell’imbarco.

L’aeroporto romano di Fiumicino con 42 milioni di passeggeri transitati nel 2017 si aggiudica un importantissimo risultato internazionale per il traffico aereo.

Il 2017 è stato un anno propulsivo per lo scalo romano con l’apertura di una straordinaria e accogliente area di imbarco internazionale “E”,  situata nel terminal T3. Sono state rivoluzionate le strutture introducendo alta tecnologia all’avanguardia in Europa, con innovativi format di accoglienza per concept architettonico e per tutela dell’ambiente.  Il massimo impiego di luce naturale che filtra dalle vetrate del soffitto e consente una visione perfetta dell’esterno e del suo interno ne hanno decretato subito un grande successo e apprezzamento da parte degli utenti. Praticamente, una volta superati i varchi d’accesso, si entra in un elegante open-space con 22 gate e gallerie commerciali con boutique esclusive che spaziano dall’alta moda al casual chic dove si può trovare tutto il meglio del “made in Italy”.

 
Ma quello che sicuramente gratifica di più i passeggeri in transito è il food. E al T3, in attesa dell’imbarco, si possono fare esperienze gastronomiche che vanno dalle cucine asiatiche  allo street-food con proposte veloci; dall’alta  cucina firmata da grandi chef stellati Michelin -   come quella di Heinz Beck all’Attimi, dove si possono gustare preziosi ed esclusivi piatti gourmet studiati apposta secondo il tempo che si ha a disposizione prima dell’imbarco -  a quella per palati meno esigenti ma attenti al giusto rapporto “qualità-prezzo”.
 
 
 
 
In questi giorni è stato appena inaugurato il nuovo menù invernale dallo chef Michelangelo Citino, al  “Michelangelo Bistrot Roma”, che  propone piatti  dalla forte tradizione regionale con ingredienti selezionati per farla conoscere  ed apprezzare ad una clientela internazionale.
 
“Con questi piatti cerchiamo di far conoscere l’Italia, offrendo ai clienti un’esperienza culinaria legata a una delle Regioni, il Lazio, che più la rappresenta” - ha dichiarato lo Chef Michelangelo Citino - come la  Crema di fave; cicoria ripassata e guanciale di maiale; il Carciofo alla giudea e salmoriglio al caviale di aceto balsamico;  Frittata di pasta e cipolla bianca; Baccalà al pomodoro con olive di Gaeta e basilico fresco; Funghi porcini ed alici fritte; Mousse al cioccolato bianco, finocchi e amaretto. Completano l’offerta una serie di piatti iconici quali i rigatoni all’Amatriciana, gli gnocchi di patate cacio e pepe, la pizza Michelangelo e gli spaghetti freschi alla carbonara.
 
Ma in aggiunta al cibo e allo shopping dell’ultimo minuto, è disponibile ora anche un'altra preziosa offerta realizzata per il relax del viaggiatore: è la Passenger Lounge”, situata  nell’area di imbarco D del Terminal 3 del Leonardo da Vinci. E’  aperta sempre dalle 5.30 alle 20.30 e accessibile a tutti i passeggeri di qualunque compagnia aerea, come ci conferma il General Manager di Aviapartner Italo, Russo Silva.
 
 
 
 
Praticamente è il primo lounge al mondo per tutti  i passeggeri, anche quelli  non « business » ?
 
 Sì,  è il primo lounge dell’aeroporto di Roma, non gestito dalle compagnie aeree, al quale possono accedere tutti i passseggeri, non solo quelli che viaggiano in business. La differenza rispetto alle lounge delle compagnie aeree è che in  quelle possono entrare solo i passeggeri che viaggiano in business mentre la nostra lounge dà la possibilità a tutti i viaggiatori, business e non, di accedere, a pagamento con carta di credito o altri sistemi.  In questo momento abbiamo una lounge al molo D per i voli Schengen e a marzo ci sarà una nuova lounge per i voli internazionali. Stiamo anche trattando con un gruppo di compagnie molto importanti per aprire altre lounge internazionali.
 
 
Ma ha avuto successo questa iniziativa ?
 
Roma è la prima esperienza avviata dalla nostra società di gestione. Successivamente, abbiamo in programma lo sviluppo dell’iniziativa sui più importanti hub europei.
In che cosa si differenzia questa lounge da quelle delle altre compagnie aeree ?
Tutti possono accedere alla lounge, a pagamento. Vogliamo anche sviluppare e diversificare la nostra offerta di servizi. Perciò, per il food stiamo organizzando con diversi fornitori una carta dei vini, una carta dei formaggi, una selezione di prodotti italiani. Abbiamo in programma cambiamenti nell’offerta gastronomica e di nuovi servizi, per esempio massaggi, per dare sempre novità ai  passeggeri abituali che viaggiano regolarmente magari con cadenza settimanale.  Per noi, è importante la risposta che avremo dai passeggeri perché, insieme al gestore aeroportuale, vogliamo essere un referente in grado di competere a livello europeo nel campo dell’innovazione dei servizi per i passeggeri.
 
 
Quanto costa l’accesso a questa lounge ?

26 euro per adulti e 13 euro per bambini  e ragazzi fino a 16 anni. Nel prezzo è compresa tutta l’offerta della Passegger Lounge che propone comode sedute, un corner dedicato all’offerta enogastronomica, dal caffè alla cena, giornali e riviste, monitor dove potersi intrattenere con la programmazione disponibile a cui si ha diritto acquistando il ticket di accesso accolti dal personale.
 
 
 
 
Entrando abbiamo notato che c’erano delle moderne piastre a induzione per velocizzare la richiesta di piatti espressi.  Questo significa che volete dare qualcosa in più dei soliti panini e magari ingaggiare uno chef per offrire piatti creativi con una linea divertente e gustosa ?
 
Sì, stiamo parlando con diversi chef della capitale per vedere  di studiare una  nuova carta di cibi e di bevande ad hoc, e di cambiarla tutti i mesi per dare al passeggero che arriva un’offerta gastronomica sempre diversa e divertente.
 
 
 
Tra i servizi top disponibili c’è il “Meet & Greet”: si tratta di un’assistenza personalizzata di alto livello che si estende dall’accoglienza in aeroporto con il personale qualificato di Aviapartner, fino all’accompagnamento presso la propria destinazione in città, per offrire al passeggero un'esperienza  di viaggio unica, con varie tipologie di pacchetti tra cui scegliere, in base alle proprie esigenze.
 
L’apertura della nuova “Passenger Lounge” si aggiunge quindi ai molteplici servizi di qualità, a misura di passeggero, introdotti da Aeroporti di Roma nel principale scalo nazionale per rendere sempre più gradevole il tempo disponibile prima del volo. Siamo sempre più orientati alla creazione di una customer experience di livello, riconosciuto anche dalle classifiche ufficiali di Aci Europe dove risultiamo primi in termini di gradimento espresso dai passeggeri intervistati in oltre 300 aeroporti nel mondo. 

Jerry Bortolan

di Jerry BortolanReporter, giornalista di viaggio ed enogastronomico.