Ricerca per tag

Post contenenti il tag: viaggi

Le Cinque Terre: lungo la via dell'amore e le scritte che lasciano il segno, alla ricerca della storia tv

Dai lucchetti di Federico Moccia alle scritte senza tempo. Almeno le parole rimangono per sempre.

di |
Arrivano migliaia di visitatori da tutto il mondo, ogni anno, alle Cinque Terre. Molti più stranieri che italiani. Tutti percorrono (percorrevano) La via dell'Amore. Meno di un chilometro, lungo le rocce a strapiombo sul mare, tra Riomaggiore e Manarola. La via dell'Amore è un viaggio breve tra i percorsi sconosciuti degli amori. E’ il posto giusto dell’amore, ma anche il luogo della verità, dove non si mente a se stessi. C'è chi va solo per scoprire tracce dei sentimenti degli altri. Ma la maggior parte delle coppie sceglie un disegno, una frase, una sigla, un punto al quale legare il proprio nome. Scritte, segnali, tracce lasciate dagli altri sono stazioni. Da una frase incompiuta, da un pensiero non finito ognuno ricava il racconto che preferisce. Ogni frase sembra essere il cuore della storia, ma dove sta il cuore di una storia? Rimane ferm... continua

Le due facce del Brasile e la grande movida enogastronomica

Sono nate università della cucina che insegnano le tecniche di realizzazione dei piatti delle loro tradizioni etniche: non solo la feijoada e il churrasco.

di |
Tutti o quasi tutti sanno dove si trovano Rio de Janeiro, Bahia e S. Paolo, ma solo un’élite di viaggiatori conosce e sa dove si trovano Pipa, Canoa Quebrata, Porto de Galinha e Jericoacoara: un poker di località vincenti nel povero ma magico Nord-est, ricche di straordinarie bellezze naturali. Lo stesso Nord-est nel quale Ugo Pratt intingeva la penna per trovare l’anima delle sue storie di grande sensualità e ancora oggi abitato da una umanità poco contaminata dal “tutto compreso”. L’ambiente e la natura di Jericoacoara ci racconta di un mondo nel quale tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo sognato di svegliarci una mattina e, dopo aver fatto colazione, salire su una Bughi e correre liberi sui suoi lungomare senza soluzione di continuità. E fermarsi per dissetarsi con un’agua di cocco per poi arriva... continua

A Parigi la piscina Molitor. Vasca di tarzan e dei rave party oggi hotel a 5 stelle

La capitale francese ha confermato il podio delle città più accattivanti per gli investitori, dopo Londra e New York.

di |
"Ah les beaux souvenirs!" al ricordo delle domeniche passate alla piscina Molitor quando aveva 15-16 anni, ad Alain si illumina lo sguardo attraverso gli occhiali stilosi che con il loro interno verde fluorescente raccontano più di cento parole la voglia di un sessantenne parigino di conservare qualcosa della sua adolescenza. Ai bordi della vasca olimpionica dove si era allenato negli anni '30 della Belle Epoque Johnny Weissmuller -il nuotatore diventato attore celeberrimo nei panni di Tarzan- i ragazzini del Sedicesimo Arrondissement, il quartiere chic di Parigi, si scambiavano gli inviti per la "boum" del sabato sera, l'appuntamento che non doveva mai mancare nei loro carnet e che ha consentito a generazioni di parigini di vivere una festa da ballo continua. "Io preferivo l'ambiente invernale, quando la piscina si trasformava in pista da pattinag... continua
« indietro1 | 2 | 3