Post per autore

Post di: Jerry Bortolan

Isole australi e Polinesia francese: atolli ricchi di megattere, natura e legionari

Le isole scoperte da James Cook: Costose ma uniche!

di |
Il promontorio verde circondato dalla barriera corallina ci annuncia che siamo arrivati a Tubuai. L’Atr 42, partito tre ore prima da Papeete, fa un largo giro per mettersi in linea con la pista di atterraggio. Sopra un manto bianco di madrepora, la pista è così nera da sembrare una brutta cicatrice che costeggia il mare a pochi metri dalla fitta vegetazione: questo, però, ci permette di osservarla meglio in tutta la sua lunghezza. Lo skyline col suo picco assomiglia al dorso di uno squalo con la pinna affilata che esce dal mare. L’aerostazione ha l’architettura dei faré polinesiani, ma senza le pareti con solo il tetto, accentuando nel passeggero il senso di remotezza. L’uomo dalla pelle scura che ci viene incontro ha un portamento regale, fiero, coperto solo da un piccolo pareo che gli fascia i fianchi, mettendo in risalto il suo p... continua

Spagna e Portogallo: un viaggio tra bellezze e cibo "divino"

Nella zona che ha più stelle Michelin di tutta la penisola iberica.

di |
Il turismo internazionale che visita la Spagna predilige per lo più la parte sud del Paese, partendo da Barcellona per proseguire sulla bella e divertente Costa del Sol. Noi suggeriamo invece un itinerario insolito e diverso e altrettanto affascinante per la sua autenticità. Lo start di partenza si fa da Bilbo la basca, Bilbao la spagnola: due nomi per una stessa città, situata nell’estremo nord della Catalogna per un raid in macchina attraversando pianure, colline e città del nord, alla scoperta dei sapori e delle tradizioni, per arrivare a Oporto, nel nord del Portogallo. Bilbao, territorio unico per bellezza e tradizione storica e capitale della Biscaglia, è la città più grande dei Paesi Baschi. Si adagia sulle sponde del fiume Nervino, dove la gente va ad incontrarsi e fare sport. Bilbao, la spagnola, è una citt&agrav... continua

Tattoo, il corpo disegnato dal Giappone alle isole Hawaii, dall'antica Roma ai giorni nostri

Tatuaggio Ornamento, vestito e protezione.

di |
Moda, trasgressione, cultura: oggi il tatuaggio è un po’ di tutto questo. Non era cosi nelle società tribali, dove solo il re, i nobili, e i ricchi potevano permetterselo. Che il tatuarsi abbia una valenza estetica, o che sia impresso a ricordo di un momento importante della propria vita, o ancora, che esprima la volontà di un ritorno alle origini, a valori antichi e profondi che la società moderna sembra avere dimenticato. Il tatuaggio vive oggi un momento di grande rinascita, liberandosi finalmente della coltre di pregiudizi che da decenni lo intrappolava. In Europa, fin dal 787 d.c., con una bolla papale, la chiesa cattolica ne vietava la diffusione. In Polinesia il tatuaggio era stato cancellato sotto la pressione missionaria e dell’amministrazione coloniale ed è solo dagli anni 80 del XX secolo che è ricomparso, segnando un... continua
« indietro1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8