Inchieste

Il più importante aeroporto d’Italia è apparentemente inadeguato e senza sicurezza. Voli e sicurezza a rischio, chiusura e blocchi continui

Dovrebbe essere il luogo più controllato ma l’ aeroporto di Fiumicino è un flop totale. Il Premier Renzi avvisa Alfano.

di |
E’  Il più importante aeroporto d’ Italia, noto come Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci, a Roma-Fiumicino, trasporta quasi 40 milioni di passeggeri l'anno, questo lo rende il primo scalo italiano ed il settimo aeroporto d'Europa. Ma questo colosso, che dovrebbe essere il top di tecnologia e sicurezza, si è rivelato totalmente inadeguato. A maggio l’incendio nel terminal, a luglio il blocco per l’ incendio nell’aerea circostante. E’  impensabile che il primo aeroporto d’Italia, che dovrebbe avere controlli 24h su 24h, sistemi di sorveglianza evoluti, sistemi antincendio su tutta la sua superficie e mezzi di soccorso efficaci, possa invece essere messo fuori uso e prendere fuoco a causa di un malfunzionamento elettrico di  un condizionatore. “Quest’anno ha bruciato un intero terminal creando dann... continua
Tags: roma, cronaca

La prima transgender al mondo direttrice di un collegio. Manobi, in India, ha realizzato il suo sogno.

L’India “dalle 1000 contraddizioni” ha riconosciuto il “terzo genere” e riserva posti e aiuti.

di |
La società e i suoi giudizi perentori, i suoi sguardi malvagi sono sempre negativi, la chiusura dettata dall’ignoranza, la sua presa di posizione mai messa in discussione e tutte le problematiche che ne derivano. Le umiliazioni che spesso portano alla solitudine, alla mancanza di amore, alla non accettazione di se stessi. Per Manobi, dapprima fu debolezza e frustrazione, ma poi arma di forza per combattere e credere in se stessa e nella capacità di uscire gridando ad alta voce il proprio nome e facendo parlare di sé in modo positivo, da eroina e da esempio per molti. Manobi Bandyopadhyay è un nome quasi impossibile da pronunciare, ma una forza da invidiare. E’ la prima transgender al mondo ad essere diventata direttrice di un collegio. Dove? In India: il collegio di Donne Krishnagar nel Bengali occidentale, nel distretto di Nadia. Prima della br... continua
Tags: india, lgbt

Intervista esclusiva all'ambasciatore russo Anatoly Adamishin: il mondo occidentale e’ minacciato dalla Cina e dall’Islam e noi invece di fare forza ci facciamo la guerra internamente. La “guerra fredda” sta incrementando

La Russia può cambiare i rapporti di forza alleandosi con la Cina. I protagonisti hanno già buttato i dadi ed è difficile tornare indietro perché i politici pensano solo ad essere rieletti.

di |
L’ ambasciatore Anatoly Adamishin, nato nel 1934, ha percorso una rilevante carriera diplomatica e politica nell'Unione Sovietica prima e successivamente in Russia. Si definisce l’ ambasciatore in profondo ritiro, in pensione dal 1998. Ha lavorato 40 anni per il Ministero degli esteri a Mosca. E’ stato viceministro degli esteri dell’Unione Sovietica dal 1986 al 1990, quando era presidente Gorbaciov, e Ministro dei Rapporti degli stati delle “ex Repubbliche Russe”. E’ stato l’ultimo Ambasciatore Sovietico ed il primo Ambasciatore Russo in Italia, nel 1991, ma anche Presidente dell’Associazione Euro Atlantica ed attivo partecipe alla commissione per i diritti umani, all’UNESCO e all’OSCE. E’ un uomo simpatico, cordiale, molto attento e informato. Il Prof. Adamishin è stato anche Visiting Professor nell&rsquo... continua

Terroristi e giovani approfittano della rete, questione di punti di vista ma genitori ignari

Non è possibile modificare tendenze e stili di vita, l’evoluzione non può essere fermata e i più piccoli in balia dei media.

di |
Stavolta parliamo dei più giovani, dei nativi digitali, di quelli sempre connessi che consultano il web per qualsiasi tipo di domanda o per chattare con gli amici sui social network o per vedere YouTube e la nuova televisione, quella snack, quella che si consuma anche a piccoli pezzi. Una scena, pochi minuti, e subito si passa ad altro. Non tutti comprendono i loro comportamenti 3.0. Del resto, il passaggio di un’epoca, quella compresa tra due generazioni, la prima analogica, la seconda digitale, appunto, è stato lungo e ricco di trasformazioni. Ma nell’attuale fiume d’informazioni che ci fa vivere sempre connessi, tra timori e speranze, si colgono contraddizioni e luoghi comuni, certezze e eccessivi allarmi. L’evoluzione tecnologica non può essere fermata, è bene chiarirlo. Semmai controllata, affinché l’utilizzo dei... continua
« indietro1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14avanti »