Post per autore

Post di: Arnaldo Casali

La Roche, viaggio sulle Ardenne a caccia del fantasma della contessina scomparsa dopo le nozze

Belgio: Sport, corsa dei fantasmi, salami e bagno nei fiumi.

di |
Lo spirito della contessa Berta vaga ogni giorno e ogni notte tra le rovine del castello di La Roche. E non è difficile riuscire a vederlo, nelle notti di luglio, con il suo velo bianco, le labbra rosso sangue e gli occhi da gattina che ti guardano con dolcezza. Ma non provare a fotografarla o a riprenderla, perché si infuria e ti distrugge tutto. Ha uno spiccato senso della privacy, la Contessina, e non si presta a selfie né a dirette facebook. La Roche-En-Ardenne è un piccolo villaggio nel sud del Belgio che conta poco più di 4.000 abitanti; è immerso nelle Ardenne, la catena montuosa condivisa da Belgio, Francia e Lussemburgo, conosciuta per essere stata teatro dell’offensiva alleata contro la Germania di Hitler che ha deciso, nell’inverno tra il 1944 e il 1945, le sorti della Seconda Guerra Mondiale. A venti chilometri da La... continua

Le ragazze ai Mondiali di calcio, i ragazzi a casa a fare la calzetta

Calcio:veline e successi femminili contro i flop maschili.

di |
“Basta, non si può parlare sempre di dare soldi a queste quattro lesbiche!”. Così parlò nel 2015 Felice Belloli, successore di Carlo Tavecchio come presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Lo stesso Tavecchio, da parte sua, poco prima di arrivare ai vertici della Federazione Italiana Calcio, aveva definito le donne “handicappate” in quello sport. A distanza di quattro anni il meme più diffuso sui social è “le ragazze a fare il mondiale, i ragazzi a fare la calzetta”. All’indomani del risultato peggiore ottenuto dalla Nazionale maschile ai mondiali da 60 anni a questa parte (la mancata qualificazione in Russia), quella femminile sta facendo sognare gli italiani alla Coppa del Mondo in corso in Francia. E all’improvviso quelle “quattro lesbiche” evocate da Belloli si sono trasformate in ... continua

Il decalogo per non diventare un perfetto bimbominkia

Fake news, web, spam, facebook, messaggi e studi sociali

di |
I gay sono degli sporcaccioni: in ogni senso, visto come hanno lasciato la città dopo il loro pride; almeno stando alla foto che ha postato Rolando con il commento: “dopo lo schifo il degrado”. Quale città? Non importa; e non importa nemmeno dove abbia preso quella foto, Rolando: lui non lo dice, e non è da escludere che si tratti di una bufala come quella virale che poche settimane fa aveva messo sotto accusa gli ambientalisti. Ma non importa: sui social la verità non interessa mai: quello che interessa è coltivare e amplificare pregiudizi e lasciarsi andare a insulti e battute triviali. Tra i commenti al post di Rolando spicca quello di un medico che scrive: “glieli metterebbe in c…”, un avvocato gli risponde “gli faresti un piacere”, un giovane laureato in scienze politiche se ne esce con “state att... continua

Fake Nun, lo spettacolo di quando l’abito fa la monaca

Suor Cristina, Frate Cionfoli, Sister act, ballando con le stelle, figli, amanti, Tv, gossip, divorzi e dischi.

di |
 “Sant’Agostino diceva che chi canta prega due volte. E io dico chi balla, allora, almeno tre!”. Così il prete ballerino interpretato da Adriano Celentano nel film Qua la mano spiegava la sua partecipazione ad una gara di ballo in diretta televisiva.Più o meno la stessa giustificazione ha cercato di dare suor Cristina Scuccia quando, quarant’anni dopo, la realtà ha superato la fantasia con il suo ingresso nel cast di Ballando con le stelle. Non deve stupire che una suora vera segua le orme di un prete immaginario: dopo tutto a renderla celebre in tutto il mondo è stato un tweet di Woopi Goldberg, la protagonista di Sister Act: un film del 1992 incentrato su una cantante che si spaccia per suora. Insomma tutto l’astro Cristina nasce e prolifera nel segno di religiosi finti; anche perché se l’orsolina dovesse prend... continua
 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17avanti »