Post per autore

Post di: Arnaldo Casali

Roboetica, il Vaticano studia l’intelligenza artificiale che sostituirà gli umani

Tra i robot progettati da Ishiguro ci sono gli androidi da compagnia, interattivi con la pelle in silicone e i capelli veri.

di |
 Androidi attori, che recitano al cinema e presentano programmi televisivi; androidi professori, che tengono conferenze e insegnano l’inglese meglio di quelli umani; androidi cuochi e camerieri, in grado di suggerire anche il piatto che potrebbe essere più adatto ai tuoi gusti e alla tua dieta; androidi fantasmi, capaci di raccogliere nei loro circuiti l’eredità di una persona scomparsa e farla vivere in eterno; androidi da compagnia e da conversazione, talmente simili agli umani da essere in grado persino di sbagliare. No, non è il futuro della robotica: questo è il presente. Perché tutti questi androidi esistono già in Giappone, e aspettano solo di conquistare il resto del mondo; e, soprattutto, di evolversi fino a raggiungere lo stadio finale – la coscienza di sé e il desiderio - che li porterà a rapporta... continua
Tags: robot

Viaggio in Israele sfatando i falsi miti, e i falsi storici, di Gesù

Cristo amava cenare con gli amici, cucinare per loro, bere vino e passeggiare in montagna.

di |
 Un pellegrinaggio culinario sulle orme di Cristo, per sfatare luoghi comuni e svelare la reale identità dell’uomo che ha spaccato la storia in due. E’ la singolare iniziativa ideata da don Andrea Ciucci, sacerdote divenuto celebre per i libri dedicati al rapporto tra cucina e religione (Nutrire l’anima. Ricette di pellegrini e viaggiatori, A tavola con Abramo, Mangiare da Dio. Cinquanta ricette da san Paolo a papa Francesco e In cucina con i santi) scritti con Paolo Sartor e tradotti in nove lingue. “Quando mi invitano in televisione si aspettano che mi presenti con il cappello da chef” racconta; don Ciucci, però, non è un cuoco ma un funzionario del Vaticano, raffinato teologo ed esperto di comunicazione. Insomma niente a che fare con suor Germana o con altre figure di religiosi appassionati di cucina; per lui la convivialit&agra... continua

Il bambino-santo ucciso dagli ebrei? Il giallo di San Simoncino e la censura della chiesa tra le “torture”

Il Vescovo di Trento nasconde il corpo e il figlio del rabbino Toaff ritira le “responsabilità”.

di |
Un santo bambino, martire, veneratissimo per secoli ma censurato dalla Chiesa che è arrivata a cancellarne la festività e a farne sparire il corpo. È il curioso caso di Simoncino da Trento, vittima da vivo di un’immane tragedia, e da morto di strumentalizzazioni che ne hanno fatto prima un vessillo antisemita e poi una presenza ingombrante da togliere di mezzo. Tanto che oggi nessuno sa dove sia finito il suo corpo – che la tradizione vuole incorrotto – di cui peraltro sono sparite anche tutte le foto, nonostante sia stato esposto fino a poco più di cinquant’anni fa. Un giallo in cui si mescolano sacrifici rituali, scontri tra istituzioni ecclesiastiche e devozione popolare, persecuzioni antisemite, guerre, torture e diplomazia vaticana, ma anche infuocati dibattiti in seno alla stessa comunità ebraica. Tutto comincia... continua

Cinema e Rockstar, da Jim Morrison a Freddie Mercury. Sballo e successo

Quando sono troppo santi, quando troppo peccatori. Record di incassi, Aids, esaltazione e rifiuto del nome e delle origini: Bohemian Rhapsody.

di |
Era il 1991 quando uscì The Doors di Oliver Stone; Jim Morrison era morto esattamente da vent’anni e il film contribuì a rinverdirne il mito e a far tornare in classifica i dischi della band californiana. La somiglianza di Val Kilmer con Jim Morrison – sia fisica, sia vocale - era impressionante, e il cast era arricchito da Meg Ryan (lontana dai suoi ruoli abituali in commedie come Harry ti presento Sally), Frank Whaley (che avremmo trovato pochi anni dopo in Pulp Fiction) nei panni del chitarrista Robby Krieger e Kyle MacLachan – protagonista di Twin Peaks – in quelli del tastierista Ray Manzarek, mentre Crispin Glover - il George McFly di Ritorno al futuro - faceva un incredibile Andy Wharol. Proprio quell’anno uscì l’ultimo capolavoro dei Queen: Innuendo, al quale fece seguito, dopo meno di un anno, il Greatest Hits II lancia... continua
 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16avanti »