Post per autore

Post di: Arnaldo Casali

Il pozzo di San Patrizio: dall’Irlanda a Orvieto per vedere il purgatorio

248 scalini senza parapetto. Patrizio ha combattuto druidi, inglesi, eretici cristiani senza spargimento di sangue e senza martiri.

di |
E’ quasi un itinerario dantesco, la visita al pozzo di San Patrizio a Orvieto. Un viaggio metafisico nelle viscere della terra lungo 248 scalini e 70 finestroni senza parapetto. Con un minimo di autosuggestione, affrontando la discesa di 62 metri all’imbrunire, con la luce che si allontana mentre si avvicina quell’anello oscuro, può apparire davvero come un viaggio nell’oltretomba e un percorso salvifico verso l’acqua, simbolo di vita e di rigenerazione. Questa è la lettura, d’altra parte, suggerita dal nome, che richiama la grotta irlandese dove Cristo avrebbe indicato a San Patrizio la porta del Purgatorio. Per conoscere la leggenda, però, bisogna compiere un viaggio di 2500 chilometri verso nord e di 1577 anni indietro nel tempo, ritrovandosi nella selvaggia Irlanda che il vescovo inglese aveva cristianizzato nei primi de... continua

India: vietato l’alcol ma la droga è ovunque. Rishikes è la città dei Santi fricchettoni

Ricchi occidentali che ostentano “povertà”. Tutto è sacro e abbandonato. Capitale dello yoga e dei Beatles

di |
E’ la città dei santi e dei santoni, la Mecca dei fricchettoni e la capitale mondiale dello yoga, la terra dei templi e dei mille volti di Dio, dove l’alcool è bandito ma le droghe si trovano ovunque. Rishikesh è il cuore sacro dell’India: una città di 60mila abitanti tagliata in due dal Gange, con una sponda nella giungla e l’altra sull’Himalaya. Qui Elio Germano ha trovato il suo san Francesco e i Beatles scritto cinquanta canzoni, qui puoi cercare te stesso recitando mantra o meditando di fronte al fiume, oppure sfidare le correnti facendo rafting. Tra le sue strette e caotiche strade incontri santoni, mendicanti, venditori ambulanti, vacche, scimmie, vecchi hippie e – dopo il tramonto – anche qualche tigre o un elefante. A sei ore di macchina da Nuova Delhi, Rishikesh è un concentrato di tutto il fasc... continua
Tags: india

Grande bluff del gluten free. La moda di rifiutare lo zucchero e l’olio di palma

Una dieta priva di glutine può indurre la celiachia anche in soggetti sani. Test di intolleranza non attendibili. Diete assurde

di |
Senza zucchero, senza glutine, senza olio di palma. Ma soprattutto: senza cervello. Nell’era della post-verità e delle fake news la più grande bufala riguarda la salute e, pur essendo quella che fa più danni paradossalmente è quella di cui si parla di meno. Eppure si tratta di un fenomeno di disinformazione dalle dimensioni impressionanti: basti pensare che il 15% degli italiani segue una dieta priva di glutine anche se solo l’1% è celiaco. Il 14% degli italiani, dunque, si comporta in modo completamente stupido, privandosi di una sostanza di cui ha bisogno, solo per seguire una moda o perché “condizionato”. Che il glutine, lo zucchero o l’olio di palma facciano male, infatti, è una balla colossale che serve a sostenere un volume di affari multimiliardario basato sull’ignoranza diffusa. Il pi&u... continua

Italia: la casta politica più cara d’Europa e lo scandalo per aver donato “solo” 23 milioni di euro

A prescindere dal credo politico c’è solo il partito dei 5 Stelle che vuole fare tagli. Ogni deputato italiano ha un’indennità di 11.283€+diaria di 3.503€+1.331€ per i trasporti, anche se viaggiano gratis

di |
  Come i clienti del bordello che gridano allo scandalo perché il parroco ha sorriso alla catechista; come i trafficanti di ragazze nigeriane che accusano il poliziotto di aver tradito la moglie; come il boss mafioso che addita il magistrato uscito dal bar senza scontrino. Così la casta politica italiana ha inventato “Rimborsopoli”, riciclando il suffisso che da 26 anni indica un fenomeno di corruzione politica dilagante, tanto esteso da poter spazzare via un intero partito. Il problema è che quando si perde il senso del ridicolo si finisce per esibirsi in clamorosi autogol, e oggi buona parte degli analisti ritiene che il presunto scandalo non farà che giovare al Movimento 5 Stelle. Perché a tutto c’è un limite: e se l’accusa più infamante che si può fare al partito di Beppe Grillo è che i ... continua
 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13avanti »