Viaggi

Brasile e cibo sulla spiaggia. Dai chioschi alla moda d’elite

Si perde la tradizione ma ne guadagna il gusto

di |
Con la benedizione del “Cristo Redentor”, all’ombra del “Pao da Sucar”, le mitiche spiagge di Rio de Janeiro, Copacabana, Ipanema, Leblon, san Corrado, e ora alla barra da Tijuca, stanno lentamente cambiando la folcloristica ed esotica cornice sui marciapiedi a bordo della praia creata dai vivacissimi e colorati chioschi che hanno segnato il tempo di queste straordinarie spiagge. Questi chioschi, circondati e semisommersi da lussureggianti cocchi verdi, bibite e gelati, sono stati i punti di riferimento e “oasi” dove riposare su piccole sedie per dissetarsi con una agua de coco o cerveza ben gelata, o con la classica “caipirinha di limone”, e per assaggiare patatine, hamburger, sandwich, guardando le partite di calcetto che si svolgono sulla spiaggia o ammirando splendide ragazze che praticano il beach volley. Ideatore e promoto... continua

A Pasqua le donne vengono frustate con il pane

In Repubblica Ceca sacro, profano e acqua fredda in testa per gli uomini.

di |
Un viaggio tra sacro e profano nella Pasqua ceca. A vivacizzare la sacralità degli eventi religiosi arrivano infatti il colore e il folklore delle feste popolari e dei tipici mercatini di stagione. Qui la Pasqua si chiama Velikonoce e, per tradizione, al tempo stesso rende omaggio alla passione e resurrezione di Cristo e dà un gioioso benvenuto alla primavera. Con la natura che si risveglia, le belle giornate, il clima finalmente mite e una contagiosa aria di festa, la Pasqua porta una sentita festa religiosa, qui come in tutto il mondo. Si assistono rituali antichi e si assaggiano leccornie di stagione nei tradizionali mercatini di Pasqua. Meno noti, ma anche meno inflazionati, di quelli di Natale. Coloratissimi, ridondanti di oggetti e prelibatezze tipiche, nonché presidiati da alberi addobbati di uova variopinte. Colorano le piazze delle grandi città, ... continua

Colline tra Bologna e Firenze: 8 giorni di cammino per raccontare l’appennino tosco-emiliano

Promozione internazionale tra neve, cibo, sport, nuotate e blogger.

di |
Percorsi di turismo slow che attraversano l’Appennino, tra cammini e treni storici, più un innovativo progetto digitale di respiro internazionale per raccontare e promuovere il grande parco naturale che collega Bologna con la Toscana. Portare l’Appennino alla ribalta europea con nuovi prodotti e un nuovo modo di raccontare. E’ questo l’obiettivo di promozione e commercializzazione dell’Appennino tosco-emiliano, presentata a ITB Berlin nel quadro della più ampia collaborazione tra Comune di Bologna e Comune di Firenze. Perni dell’iniziativa un format digitale itinerante e un insieme di tour per scoprire l’area in modo originale e sostenibile. A livello di storytelling la strategia ruota intorno a #PathofGods, un nuovo progetto di comunicazione dove un gruppo di ospiti internazionali percorrerà l’intera Via degli Dei, ... continua

Lipsia: città di musica, spie ed eroi appassionati di caffè

Back, Wagner, Liszt appassionati bevitori. Oggi bar-musei e musicisti

di |
Lipsia è una città tedesca poco conosciuta ma molto “particolare”. Il suo nome deriva dalla parola slava Lipsk, che vuol dire insediamento dove si trovano i tigli, anche se ormai di piante e fiori se ne trovano pochi. La città è capoluogo dell’ omonimo distretto ed oggi ha una popolazione di circa 600 mila abitanti e dista da Berlino circa 145 km. La natura musicale degli abitanti di Lipsia è “importante”, se si considera che sono stati proprio loro a "dirigere" la rivoluzione pacifica del 1989. Dopo la riunificazione Lipsia è stata soprannominata "città di eroi", un appellativo altrettanto valido per i grandi musicisti, i direttori e i compositori che sono presenti e conosciuti come in nessun'altra città tedesca. Qui il tempo trascorre a ritmo di musica. Dal 1254, l'anno in cui ... continua
« indietro1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20avanti »