Home

I “marchi comunisti” Bat’a e Skoda, che hanno fatto la storia dell’auto e conosciuti in occidente, che fine hanno fatto?

Dalla Repubblica Ceca la storia di due marchi internazionali e ancora vincenti

di |
E’ proprio agli inizi degli anni’ 20, in pieno fermento e alla ricerca di “ambizioni”, che nascono due gruppi che avranno fama internazionale. La loro nascita avviene in Repubblica Ceca. La prima è una grande manifattura calzaturiera, la seconda una casa automobilistica. Insieme porteranno i loro prodotti in giro per il mondo. I loro marchi sono ancora molto conosciuti, forse non ai giovanissimi, ma Bat’a e Skoda sono stati il pilastro dell’ economia Cechia. Vediamo dove sono nati e quanta strada hanno fatto. Bat’a Con quell’impercettibile apostrofo, talmente invisibile da far pensare a molti italiani a un’eccellenza autoctona, il marchio Bat'a campeggia ancora oggi sulle vetrine di tutta Europa, ma anche di Cina, Brasile e Stati Uniti. Tutto è nato in una piccola e anonima cittadina della Moravia che si chiama Zli... continua

Una pausa dai social network. I giovani scappano, i vecchi aumentano

Via Brian Action e Jan Koum, cofondatori di WhatsApp. Meglio morire sulla spiaggia piuttosto che in ufficio.

di |
La sensazione è che negli ultimi tempi si cominci a prendere le distanze da un certo tipo di controllo da parte dei social. Sarà per lo scandalo sull’utilizzo delle informazioni da parte di Cambridge Analytica, o per evitare di essere spiati dai genitori, che più dei figli si collegano a Facebook. Sta di fatto che soprattutto i più giovani sembrano essere sottoposti a uno stress da social che li mette sotto pressione. Da qui la diffidenza verso un certo tipo di comunicazione. Un dato significativo se si considera che si tratta di ragazzi, nati quando i social già esistevano. Negli ultimi tempi perfino una star di Instagram come Selena Gomez ha ritenuto opportuno prendersi di nuovo una pausa da Instagram. Lo aveva già fatto in passato, affermando che in un momento buio della propria esistenza i social network non facevano altro che dannegg... continua

La Scarzuola, un viaggio “metafisico e surrealista”, un parco “strano” nel cuore dell’Umbria

E’ la risposta contemporanea al parco dei mostri di Bomarzo e sorge su un eremo dove soggiornò san Francesco.

di |
Non andate alla Scarzuola, se state cercando un posto bello dove fare una scampagnata domenicale; non ci mettete piede, se avete in mente la classica gita turistica; tenetevene lontani se vi aspettate di visitare un museo o un parco divertimenti. Perché La Scarzuola, da qualche anno tra le mete più gettonate del centro Italia, “è come una medicina – mette in guardia il sito internet – può avere effetti collaterali anche gravi”. Sorta di versione contemporanea del Parco dei mostri di Bomarzo, La Scarzuola è una “città ideale” progettata dall’architetto surrealista Tommaso Buzzi, e più che una visita turistica offre un viaggio all’interno di sé stessi, un itinerario nel regno della fantasia, delle favole e dei miti, con un Virgilio decisamente insolito. La costruzione sorge a Montegio... continua

Intervista esclusiva al capitano Ultimo. Colui che ha arrestato il capo dei boss mafiosi viene lasciato senza scorta

La mafia, i suoi nemici ancora al “41 bis” e pericolosi

di |
Il carabiniere che ha arrestato il capo dei boss, il mafioso più pericoloso d’Italia e forse del mondo, viene lasciato senza scorta. Al "Capitano Ultimo" è stata tolta la scorta perché per lui non ci sarebbero particolari segnali di concreto pericolo", con queste parole si è risposto all'interrogazione di “Fratelli d'Italia” in Commissione Affari costituzionali. Una risposta che poco è piaciuta a Giorgia Meloni, leader del partito, che ha commentato: "Una risposta che ha dell’incredibile: se l’uomo che ha arrestato Totò Riina, alcuni dei più stretti collaboratori di Provenzano e che ha stanato molte cosche mafiose non rischia ritorsioni, chi altro dovrebbe proteggere lo Stato Italiano? Non vorremmo che questa decisione fosse la conseguenza di alcune indagini scomode condotte dal colonnello... continua
Tags: ultimo, mafia
« indietro1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20avanti »