Home

Australia: Animali pericolosi anche in città. Ragni, meduse e squali fanno vittime costanti

Anche api e vespe. Meglio conoscere i rischi e gli animali per evitare rischi e tornare vivi

di |
L’Australia è una terra bellissima e pericolosissima. Il sesto Paese al mondo per estensione, in gran parte zone desertiche. La sua capitale è Canberra, mentre la città più popolata è Sydney. Ha una popolazione totale di circa 24 milioni di abitanti, quasi interamente residente sulle coste. E’ bizzarro pensare che l’Italia, piccolissima, entrerebbe in Australia circa 25 volte, ma nel nostro Paese vivono circa 60 milioni di persone. Il triplo dell’Australia. L’Australia è famosa anche per gli animali particolarmente pericolosi. Annovera alcuni degli esemplari più velenosi al mondo e uno studio alza l'allerta anche nei confronti di api e vespe: insetti che spaventano meno di serpenti, ragni e meduse ma che sono altrettanto o più pericolosi per l'uomo. Negli incontri ravvicinati di questo tipo le all... continua

Wikipedia: “L’enciclopedia sola” e aggiornata da smanettoni privi di competenza

Il più grande veicolo di ignoranza e anarchia del terzo millennio. Errori, imprecisioni e discordanze

di |
E' la più grande enciclopedia al mondo e il quarto sito internet più visitato; è pubblicata in 280 lingue (tra cui molti dialetti), il suo prefisso vanta innumerevoli imitazioni, alcune anche illustri (come Wikileaks) e altrettante  illustri parodie (Noncilopedia); ha affondato le più autorevoli pubblicazioni cartacee e superato il Titanic nei dibattiti sulla sua esatta pronuncia. Ma soprattutto ha costruito un vero e proprio impero che comprende, tra l'altro, elenchi di citazioni (Wikiquote), una biblioteca online (Wikibooks), un dizionario (il Wikizionario), una guida turistica (Wikivoyage), un archivio di immagini, testi e suoni di libero utilizzo (Wikimedia commons), un giornale online (Wikinews, progetto decisamente fallimentare, se il 12 agosto in prima pagina c'è un articolo del 17 luglio) e altri 6 portali, tutti di proprietà della f... continua

A Napoli si scopre San Gennaro. Tutte le curiosità e tutti i gioielli in esposizione.

Ad agosto la città è stata vuota e chiusa, ma la chiesa di San Gennaro sempre aperta

di |
Turisti, curiosi, napoletani e fedeli del Santo, potranno rivolgere domande e ricevere risposte sulla vita e tutto quanto è oggetto di interesse e curiosità sulla storia di San Gennaro, dalle origini ai giorni nostri. Il programma, realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, è giunto quest’anno, alla XIV edizione di “Ferragosto con l’arte”, un evento ideato e promosso dal marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, componente della Deputazione e che si ripete ogni 15 agosto dal 2004 nel Museo del Tesoro di San Gennaro, per offrire ai napoletani e ai turisti la possibilità di ammirare, il giorno dell’Assunta, uno dei patrimoni artistici più importanti al mondo. Quest’anno, Ferragosto con l’arte, si è svolto nella Cappella del Tesoro di San Gennaro alle 9,30 e all... continua

La pubblicità in futuro sarà richiesta. Gli spot diventeranno “affascinanti”

Vedremo e leggeremo quello che più ci interessa. A giocare in attacco sono agenzie, uffici di ricerca, opinion leader, planning e chi più ne ha più ne metta

di |
Gli esperti ne sono convinti. In un futuro non troppo lontano le pubblicità piaceranno di più. Anzi, saranno gli stessi utenti a desiderarle. Perché gli spot diventeranno più affascinanti, appaganti e coinvolgenti. E soprattutto non saranno invasivi. I film non verranno interrotti all’improvviso e si potrà leggere l’articolo di un sito dall’inizio alla fine senza i popup, quelle fastidiosissime finestre pubblicitarie che si aprono proprio sulle frasi o sui titoli che catturano l’attenzione del pubblico. Altro che persuasori occulti. L’attività dei signori della pubblicità non conosce confini. E questo lo sapevamo. Ma da ora in poi, invece che propinarci a getto continuo un flusso continuo di messaggi spesso poco graditi, saranno dalla nostra parte. Cioè dalla parte del consumatore. Almeno così... continua
 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20avanti »