Spettacolo

Remake, reboot, franchise: ed Hollywood azionò il pilota automatico

Una coazione a ripetere senza passione né intelligenza, solo la fobia dei flop, che però aumentano…

di |
Quando negli anni '80, nello spazio di poche stagioni, si diffuse a Hollywood la tendenza a rifare il cinema del passato con un occhio d' autore, si formarono da subito due fazioni. Si trattava del segnale evidente di una preoccupante crisi di creatività del grande schermo oppure del fatto che il cinema, ad un secolo dalla sua nascita, aveva ormai, come il teatro o la letteratura, il suo repertorio, se non il suo canone di classici che, proprio perché tale, come accade oggi da Sofocle a Shakespeare, vengono rigenerati e riportati in vita da ogni nuova messa in scena contemporanea? La questione ridiventa di singolare attualità oggi, se si considera che si preparano numerosi remake e sequel destinati ad avventarsi nei nostri cinema. Un' autentica armata: più di 50. Di qualsiasi tipo. Dal terzo episodio dei Puffi al sesto di Transformer , da Cinquanta sfumat... continua

Narni, la città del cinema lanciata da walt disney. Luglio di film restaurati ed eventi

Dal 1995 vede l’intitolazione delle vie ai grandi nomi del cinema italiano e una rassegna cinematografica

di |
 Ha dato il nome alle Cronache di Narnia ed ha ospitato i più grandi maestri del cinema italiano.  Perché le vie del cinema sono infinite, e Narni da più di vent’anni le percorre quasi tutte. La città umbra a metà strada tra Roma e Assisi e perfettamente al centro geografico dell’Italia (con buona pace delle rivendicazioni di Foligno e Rieti), con i romanzi fantasy di C.S. Lewis, in realtà, c’entra abbastanza poco: lo scrittore inglese trovò il nome in una mappa dell’Italia antica (Narnia è il nome latino di Narni) e lo scelse solo perché gli piaceva il suono, senza aver mai visitato, in realtà, la città. Quando però nel 2005, il kolossal della Walt Disney ha rilanciato in tutto il mondo l’universo di Narnia, la sua omonima ha cercato di cavalcare quel successo ... continua

Esclusiva Giuliano Montaldo: il re dell’affabulazione. Dopo la guerra mi sono inventato attore senza aver mai visto spettacoli

Ho un grande amore per Gesù Cristo e Benigni con me faceva il cagnotto scodinzolante che mi ringraziava

di |
“Ci sono quattro autori che ho sognato di avere come sceneggiatori dei miei film: si chiamano Luca, Matteo, Marco e Giovanni. Gli evangelisti conoscevano perfettamente le regole della scrittura cinematografica: pensa alla nascita nella stalla, la fuga in Egitto, la strage degli innocenti, la crocifissione tra due ladroni, e poi il colpo di scena con l'happy ending. Ogni scena ha un'immagine che ti entra nel cuore, nella mente, nelle vene”. A 87 anni Giuliano Montaldo è tornato a fare l'attore per interpretare, in Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni, un vecchio poeta che si ritrova come badante un teppistello trasteverino, che educherà attraverso un percorso fatto di cultura, amicizia, ma anche avventura (i due andranno alla ricerca di un tesoro nascosto durante la seconda guerra mondiale). Un ruolo che gli è già valso numerosi premi, e no... continua

Cannes 2017: le serie (e il web) sostituiranno il cinema d’autore?

La Tv arriva “prima” del Festival. Il cinema d’autore comincia a fare “flop”

di |
Quest' anno per la prima volta, a memoria d' uomo, un prodotto audiovisivo di prestigio (una nuova stagione di una serie tv leggendaria: Twin Peaks, di Mark Frost e soprattutto David Lynch), selezionato dal Festival di Cannes, è andato in onda in tv prima di essere proposto in sala: chiunque fosse abbonato a Sky poteva vederla on demand qualche giorno prima del suo passaggio sulla Croisette. Sembra un semplice fatto, ma è una rivoluzione. Che porta inevitabilmente ad una domanda. Quale sarà e potrà essere il luogo in futuro del cinema più intraprendente, innovativo, di ricerca, di cui i festival di cinema costituiscono l' osservatorio privilegiato? Sará ancora il cinema degli autori, delle avanguardie estetiche, dell' investimento in linguaggio, stile, contenuti, che di questo luogo ha da sempre detenuto il monopolio? Il cinema d’autore ... continua
« indietro1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20avanti »